Malaga

Capitale economico-culturale della Costa del Sol, centro turistico tra i più famosi al mondo, ricco di un patrimonio artistico degno di nota. Questa è Malaga, città che ha conosciuto una notevole trasformazione urbanistica.

Se, per caso, foste andati a Malaga qualche anno fa e ci tornaste ora, stentereste a riconoscerla, tanto è cambiata, in meglio, questa meravigliosa città del sud della Spagna, sulla celeberrima Costa del Sol di cui rappresenta il fulcro economico-culturale. Siamo a soli 100 km dallo Stretto di Gibilterra e vicino a località balneari che sono diventate famose al mondo e hanno nel turismo un fortissimo volano economico: Torremolinos, Fuengirola e Benalmadena.

Malaga nasce come colonia fenicia attorno al VII secolo a.C. per la sua fortunata posizione geografica e per la ricchezza di sale che, allora, rappresentava un capitale. In seguito divenne una colonia greca e, successivamente, romana, raggiungendo all'epoca, il massimo sviluppo. La storia della città è fatta di invasioni, sia visigote sia bizantine e successivamente arabe: di queste ultime restano tracce culturali e linguistiche importantissime. Poi arrivò la conquista dei castigliani che portò lacrime e sangue. Facciamo u passo avanti e arriviamo all'800, periodo in cui Malaga contese addirittura a Barcellona il primato di città più industrializzata di Spagna. Poi, piano piano Malaga diventa una capitale del turismo e, negli anni '60, viene letteralmente travolta da un boom edilizio ed economico.

malaga centroIl patrimonio artistico di Malaga è ricchissimo e comprende un meraviglioso teatro romano, i cui resti si trovano ai piedi del Gibralfaro. Al di sopra del teatro troviamo l'Alcazaba, una sorta di fortezza con due cinta murarie. Sempre su questa collina troviamo il Castello di Gibralfaro che domina la città. Appartenente a dun'epoca più vicina la gigantesca Cattedrale che, come spesso è accaduto in Spagna, sorge dove un tempo vi era una moschea. Cuore pulsante della parte più vecchia della città la calle Marques de Larios, completamente ripulita e via commerciale di Malaga.

La cultura a Malaga è garantita da importanti musei come il Museo Picasso, che a Malaga ci è nato. Questo museo è davvero una delle eccellenze della città. Da visitare il Centro di Arte Contemporanea, tra i migliori del paese per le sue esposizioni. Da non dimenticare il museo Carmen Thyssen: questo museo è uno dei simboli del modo in cui una certa Spagna affronta la crisi: basti pensare che è stato inaugurato nel 2011, proprio quando le cose stavano già andando non benissimo per il paese; eppure qualcuno ha deciso di investire sulla cultura. Scelta saggia anche se si considera che la fonte economica principale della città è il turismo che dei musei è gran fruitore. Ma Malaga, oltre al turismo, ha investito nelle nuove tecnologie, testimone è la nascita del Parque Tecnologico de Andalucia.

malagaMalaga è anche città di feste che richiamano persone da quasi tutto il mondo. La più importante è la Feria di Agosto, durante la quale, per dieci giorni, la città diventa meta di turisti e spagnoli da ogni dove. Spettacoli di ogni tipo, cucina, flamenco prendono possesso della città in un caleidoscopio di colori e sapori. Da non perdere la Semana Santa, la più importante dell'Andalucia insieme a quella di Siviglia. Una bella tradizione è quella della Cavalcata dei Re Magi, durante la quale dai carri vengono lanciati dolci e regali ai bambini.