Seviglia

Una delle più belle città dell'Andalucia e della Spagna intera: Seviglia, con i suoi bellissimi giardini e meravigliosi monumenti come la Giralda, lo stupefacente Alcazar o la Cattedrale, non a caso dichiarati Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO.

La prima popolazione a insediarsi in questa zona fu quella dei Tartessi che, in seguito, stabilirono importanti rapporti commerciali sia con i greci sia con i Fenici. Successivamente anche i Cartaginesi occuparono la città, ma per poco, venendo sconfitti poi nella Seconda Guerra Punica da Scipione l'Africano che molto contribuì a fare di questa città un luogo importante; al punto che Giulio Cesare le concesse lo status di colonia romana. Con la caduta dell'Impero Romano iniziarono anche le invasioni di Vandali, Svevi e Visigoti sotto i quali la città conobbe un certo sviluppo.

Fu poi la volta degli arabi che, nonostante avessero stabilito il centro del potere a Cordoba, fecero di Seviglia una città sempre più importante; al punto che la dinastia degli Almohadi ne fece la capitale, dando vita al periodo migliore e più ricco dal punto di vista architettonico. I musulmani furono poi cacciati da Ferdinando III di Castiglia che ne mutò anche l'aspetto urbanistico, trasformando per esempio molte moschee in chiese. La città continuò a crescere anche sotto il regno di Alfonso X il Saggio. Purtroppo nel XV secolo i re cattolici ne fecero la sede dell'Inquisizione.

La scoperta dell'America contribuì non poco alla sviluppo economico di Seviglia, anche grazie alla presenza di un'organizzazione commerciale che aveva il monopolio delle merci provenienti dalle colonie. Furono gli anni in cui Seviglia divenne la città più ricca della Spagna. Il declino della città, dal punto di vista commerciale, si ebbe con il progressivo abbandono del Guadalquivir come via commerciale.

seviglia

La storia del'900 è stata caratterizzata da due esposizioni che videro Seviglia protagonista: la prima nel 1929 quando venne organizzata qui l'Esposizione Iberoamericana; la seconda, più recente, fu nel 1992, l'EXPO, evento che comportò molte modifiche urbanistiche. Trasformazioni che hanno rigurdato molti aspetti della città e sono continuate, in particolare, fino al 2009 con l'inaugurazione della Metropolitana.

Seviglia ha fatto dell'industria turisitca un perno della sua economia, ed è anche una città dalla vivace vita notturna. Nonostante questo mantiene vive alcune tradizioni come quella della Semana Santa con le sue sfilate di confraternite religiose che culminano con la Via Crucis. È una festa molto sentita dalla città che vi partecipa in massa. Un altra festa famosa e che ha un incredibile seguito popolare anche turistico è la Feria de Abril, durante la quale la città viene invasa da banchetti, feste e danze tipiche come le celebri Sevillanas.




Scrivici se hai domande o commenti sulla Spagna

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *

Email *

Commento