Stipendi in Spagna

Facciamo insieme una panoramica su come funzionano gli stipendi in Spagna e altre regole legate al lavoro.

Come si legge una busta paga

Prima di sapere quali possano essere gli stipendi in Spagna (anche perché attualmente non sono certo altissimi) vediamo di capire come è strutturata una busta paga e come si legge. Partiamo dallo stipendio base che è quello con cui si indica la paga prevista per il livello rispettivo del contratto collettivo. Importante sapere che in Spagna il contratto collettivo spesso non ha valenza nazionale. Un'altra voce da leggere è la mejor volontaria che, quando c'è, è una cifra aggiuntiva data a livello volontario dal datore di lavoro. Poi eccoci al prorrateo che è la rateizzazione delle paghe extra quando previste. La dietas è, sempre se prevista, l'indennizzo che viene dato al lavoratore per i viaggi da casa al luogo di lavoro.

Voci più tecniche

Nella busta paga, per leggere correttamente gli stipendi in Spagna, bisogna considerare anche i Cot CC e i Cot De: se leggete queste non spaventatevi si tratta dei contributi a carico del dipendente. Poi c'è anche le retencion IRPF ritenuta fiscale il cui ammontare varia da fattori quali stato di famiglia, stipendio lordo e da elementi quali:

  • se si lavora in un'agenzia interinale
  • se si inizia a lavorare a metà anno e non con questo tipo di agenzie.

Tra le voci da considerare nello stipendio in Spagna o, quantomeno nella contrattualistica c'è anche il finiquito che equivale alla nostra liquidazione e l'indennizazione se prevista in caso di licenziamento.

Contratti

È importante che sul contratto appaia lo stipendio netto. Perché? Perché questo indica senza dubbi quello che prendete voi e sia chiaro che, sul lordo, le variazioni dovute all'IRPF sono a carico del datore di lavoro. È altrettanto importante che, oltre allo stipendio, sia ben chiaro (e soprattutto scritto) tutto tipo ferie, commissioni e condizioni salariali complete. fatevi poi seguire per quanto riguarda la parte sull'indennizzo perché dovreste capire bene se vi spetta un indennizzo di 45 giorni per ogni anno lavorato e non 33.

In linea di massima gli stipendi in Spagna sono abbastanza in linea con quelli italiani; la differenza è il costo della vita che, in moltissime zone, è molto più basso.

Una statistica media, stilata da Destinazione Lavoro, indica questi stipendi, sempre molto mediani e molto variabili da città a città:

  • insegnante scuola elementare circa 18000 euro
  • insegnante scuola media e superiore circa 20000 euro
  • impiegato amministrativo circa 17000 euro
  • infermiere circa 18000 euro
  • chef circa 20000 euro
  • cameriere circa 14000
  • web designer circa 22000 euro




Scrivici se hai domande o commenti sulla Spagna

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *

Email *

Commento